I tartufi in Abruzzo.

neroscorzone-abruzzotartufi-tns1

I tartufi sono tra i prodotti più aprezzati d’Abruzzo. Il tartufo nero, il tartufo bianco, il tartufo bianchetto e il tartufo dell’estate sono le varietà principali che si trovano in questa regione.
In provincia de L’Aquila i tartufi nerisi trovano in particolare:
a Sud della Val Roveto; sugli altopiani della Marsica (Luco e Gioia dei Marsi, Scanno, Pescasseroli); nella zona del Fucino (Avezzano e Pescina);
nella Conca dell’Aquila (Fagnano, Celano, Magliano dei Marsi, Monte Velino); alle pendici del Gran Sasso (Scoppito è il centro più rinomato situato ad Ovest de L’Aquila).
Va rilevata la produzione di Tartufo Bianco Pregiato nella Val di Sangro, scendendo lungo i corsi dei fiumi Sangro e Trigno e toccando i comuni di Rosello, Borrello, Pizzoferrato, Quadri, Torrebruna, Carunchio, e giungendo così in provincia di Chieti.
Qui i comuni di Casoli, Guardiagrele, Fara S.Martino e Lama dei Peligni, si occupano della produzione di tartufi neri e in particolare del Nero Pregiato.
A Pescara i centri più importanti sono Loreto Aprutino e Penne. Si raccolgono a partire dalle zone lungo il fiume Pescara (partendo da Popoli e Bussi sul Tirino) fino ad arrivare alle zone collinari.
A Teramo nel periodo estivo si raccolgono tartufi neri estivi su tutti i monti teramani. Nel periodo invernale spostandosi nella vallata di Montorio si possono trovare anche i tartufi bianchi pregiati.